Ametista

AMETISTA

Ametista

Vuoi provare l’esperienza di un trattamento di Cristalloterapia?
LEGGI QUI

Caratteristiche

Cos’è: Biossido di Silicio
Famiglia: Quarzi
Colore: Viola
Chakra: 6° (Terzo occhio) e 7° (Corona)
Uso in Cristalloterapia: Meditazione, Protezione psichica, Introspezione, Sogni rivelatori

Proprietà dell’Ametista

L’Ametista è una delle pietre più amate e ricercate in tutto il mondo spirituale. Data l’abbondanza di Quarzi sul nostro pianeta non è difficile trovarne di buona qualità e ad un buon prezzo, e questo fa dell’Ametista una pietra che non può mancare nelle collezioni di chiunque voglia cominciare a lavorare con le pietre.
La si può torvare sotto varie forme: burattata, come punta grezza, come cristallo biterminato, come drusa o come geode.
E’ un cristallo che agisce soprattutto a livello mentale e spirituale, e questo la rende la pietra più utilizzata per la meditazione e l’apertura del Terzo occhio.
Ricorda però che nessuna pietra lavorerà al posto tuo: la volontà di cambiamento e guarigione è sempre un elemento fondamentale!

Drusa di Ametista

Drusa

Corpo

Il colore Viola dell’Ametista agevola il rilassamento agendo direttamente sul sistema nervoso e donando un sonno profondo, a volte con sogni rivelatori.
Regola inoltre il flusso dei liquidi corporei ed allevia mal di testa ed emicranie.

Mente

L’Ametista è una pietra che agisce principalmente a livello mentale: allontana incubi, sensi di colpa, insicurezza, complessi dovuti a traumi passati, allucinazioni e manie. Favorisce inoltre la concentrazione ed è infatti una delle pietre più utilizzate in meditazione.

Posta a livello del Terzo occhio aiutare a superare tutti gli schemi mentali stagnanti e che bloccano la crescita personale.
E’ portatrice di tranquillità mentale, serenità, equilibrio ed armonia. Elimina le inquietudini ed allontana l’egocentrismo.
Scioglie le paure e aiuta ad affrontare con più coscienza le situazioni. E’ infatti ideale per superare i momenti di tristezza e le fasi di depressione, soprattutto quelle legate a perdite affettive.

Spirito

Geode

Geode

L’Ametista porta alla consapevolezza spirituale, alla connessione con la realtà oltre la materia, agevolando così il cammino evolutivo.
Stimola l’intuito e l’introspezione per la ricerca delle risposte. Portatrice d’amore universale, equilibrio e giustizia, l’Ametista è perfetta per coloro che vogliono coltivare l’aspetto mistico della vita.

Aumenta la consapevolezza e la sensibilità spirituale, conducendo verso le emozioni più elevate.
Trasforma ed eleva tutte le energie e quindi espande la coscienza che diventa globale ed universale, permettendo di vedere la perfezione divina in tutte le cose.

L’Ametista è spesso utilizzata in casa o ambienti lavorativi (solitamente nella forma di geode) in quanto ottima per riequilibrare l’energia degli ambienti. E’ particolarmente indicata nelle camere da letto, per godere di un riposo di qualità migliore.
E’ molto utile negli studi di medici, avvocati e psicologici, ma in generale in tutti quegli ambienti nei quali le persone si recano quando hanno un problema che li affligge. In questi spazi si accumulano le frequenze negative che rilasciano i pazienti. E’ pertanto necessario mantenere e ripristinare un ambiente equilibrato e carico di energia favorevole durante ed a fine trattamento, a beneficio sia del professionista che del paziente.

Leggende sull’Ametista

Ametista Africana

Ametista Africana

Come per il Cristallo di rocca, gli antichi ritenevano che l’Ametista fosse acqua solidificata con il potere di impedire all’uomo di perdere la lucidità mentale anche sotto l’effetto dell’alcool.
Amethystos” in greco significa infatti “colui che non si ubriaca“. Naturalmente si intende anche il non farsi abbindolare da furfanti o falsi profeti: è infatti questa una delle migliori pietre per la protezione psichica.

Durante il Medioevo l’Ametista era più cara del Diamante in quanto utilizzata dall’alto clero e dalla nobiltà come simbolo di potere assoluto poichè chi conosceva lo spirito poteva dominare anche la materia.

L’Ametista è anche collegata alla leggenda di Bacco ed Ametista, una ninfa dei boschi.
Secondo la mitologia greca, Bacco era perdutamente innamorato della bellissima ninfa, che corteggiava continuamente con modi po’ rudi. La giovane, per sfuggire alla corte insistente, si era rivolta a Diana, dea della caccia, che l’aveva trasformata in un cristallo purissimo. Bacco, adirato da tale scelta, per ripicca versò su Ametista una coppa di vino rosso, conferendole così la colorazione violacea che la contraddistingue, ma al contempo anche la capacità di proteggere dagli effetti del vino e dell’ubriacatura.

Purificazione e ricarica Ametista

Anche i Cristalli hanno un’anima! Ci donano la loro energia per aiutarci ma ogni tanto bisogna lasciarli riposare e rigenerare…
Il miglior modo è lasciarli a contatto con la Natura, ossia a contatto con gli Elementi. Ma attenzione: non tutte le pietre gradiscono lo stesso trattamento!
Alcune sono più affini alle energie ricettive lunari, altre esigono quelle attive solari. Ad ogni modo bisogna tener conto anche della composizione mineralogica della pietra stessa in quanto alcuni trattamenti rischiano di rovinarla.

Per purificare l’Ametista vi consiglio due modi: il primo consiste nel lasciarla sotto sale grosso per un giorno intero, oppure metterla a contatto con la Terra per scaricare tutte le vibrazioni accumulate e riequilibrarsi.
In alternativa potete risciacquarla sotto acqua corrente mentre ne visualizzate la liberazione dalle energie negative accumulate. Poi asciugatela bene e lasciatela uno o più giorni all’aria aperta, meglio se non esposta direttamente ai raggi solari.

Shop

Ecco tutti i bracciali e i ciondoli con l’Ametista che trovi sul mio sito.
Clicca sulla foto per andare alla collezione!

  • Bracciale Triade Viola

I commenti sono chiusi