Cristallo di Rocca

CRISTALLO DI ROCCA
(Quarzo Ialino)

Cristallo di rocca

Vuoi provare l’esperienza di un trattamento di Cristalloterapia?
CONTATTAMI

Caratteristiche

Cos’è: Biossido di Silicio
Famiglia: Ossidi
Colore: Trasparente, Bianco
Chakra: 7° (Corona) ma può essere usato su tutti
Uso in Cristalloterapia: Meditazione, Chiaroveggenza, Riequilibrio generale

Proprietà del Cristallo di Rocca

Il Quarzo è il minerale più diffuso sulla Terra e molti altri tipi di pietre, sebbene abbiano nomi diversi, rimangono sotto la grande famiglia dei Quarzi (per es. le Agate, il Diaspro, i Calcedoni ecc.). I giacimenti più importanti si trovano in Messico, Russia, Brasile, Canada, Usa, Uruguay, Germania e India.
Conosciuto anche come “Cristallo di Rocca”, è di utilizzo comune in Cristalloterapia poichè amplifica qualsiasi tipo di energia. E’ infatti l’unico cristallo che può essere messo su tutti i Chakra. Esso purifica l’aura, sblocca i chakra, amplifica l’energia degli altri cristalli e le capacità extrasensoriali…insomma, va bene per qualsiasi utilizzo.

E’ associato all’Elemento Fuoco, che lo rende un cristallo di trasformazione. Il suo energico carattere Yang legato all’Elemento Fuoco è controbilanciato dal legame Yin all’Elemento Acqua, legata alle emozioni, l’intuizione e l’amore. Questo particolare mix di energie lo rende un cristallo prezioso per il riequilibrio generale dei tre corpi (fisico, emotivo, mentale).

Per onestà intellettuale ci tengo sempre a precisare che le informazioni sulle pietre vengono sempre date a scopo conoscitivo e, diciamo, “scolastico”. I reali effetti e benefici sono sempre strettamente personali e quindi verificabili soltanto con l’utilizzo diretto in meditazione, in ambienti (casa, lavoro, ecc.) oppure indossandoli come gioielli. In ogni caso, nessuna pietra lavorerà al posto tuo: senza volontà di cambiamento o guarigione, resterai sempre quello/a che sei.

Corpo

Forme di Quarzo Ialino

Rivitalizza le zone insensibili, fredde e rigide. Riequilibra le funzioni del cervello, rafforza il istema nervoso e stimola le ghiandole endocrine e la circolazione del sangue. Infonde energia ed attenua la febbre, il mal di testa e la nausea.
Aiuta a eliminare lo stress e le tensioni, favorendo l’eliminazione delle tossine.
Ottimi sono gli Elisir di acqua energizzata con Cristallo di Rocca. La creazione è semplice: immergete in una caraffa un Quarzo burattato oppure una Piramide per almeno un’ora, poi servitela fresca immaginando la depurazione che quest’acqua porta al vostro intero organismo.

Mente

Il Quarzo Ialino rende sinceri e imparziali. Offre la capacità di comprendere meglio gli altri e, allo stesso tempo, di affermare la propria vera personalità.
Stimola l’individuo a conoscere se stesso, attivando le potenzialità del pensiero e portandolo ad una profonda introspezione. E’ una grande guida verso la chiarezza, che illumina chi lo possiede.
Porta armonia, gioia e serenità, ma soprattutto calma mentale, utile in meditazione.

Come abbiamo visto, in lui albergano le energie Yin e Yang, e questa sua armonia, questo suo equilibrio, vengono trasmessi anche a noi. Indossando il Cristallo di Rocca con costanza, si riesce a stimolare il pensiero positivo, necessario per effettuare significativi cambiamenti nella propria vita.

Spirito e Subconscio

A livello spirituale, il Cristallo di Rocca è il miglior alleato che si possa avere, in quanto è un conduttore di energia purissima.
Esso è il simbolo della Luce, e contiene quindi in sè tutti i colori dello spettro cromatico (arcobaleno). Questa caratteristica lo rende ideale per la meditazione, in quanto amplifica l’esperienza portando la persona a stati di coscienza elevati.
Aumentando la chiarezza a livello mentale ed emotivo, predispone alla ricezione di messaggi superiori che, una volta integrati nella realtà fisica, saranno di notevole aiuto per il superamento di situazioni difficili di qualsiasi tipo.
Infine il Quarzo purifica il campo energetico ed apporta energia facendola confluire nell’aura, potenziandone la forza vitale e rinforzando i punti deboli del campo aurico.

Punta di Quarzo

Leggende sul Cristallo di Rocca

La sua fama di convogliatore di energie positive è presente in tutte le culture, persino nelle leggendarie civiltà di Atlantide, Lemuria e Mu.
Il suo nome deriva dal greco “Krystallos Hyalos” che significa “Ghiaccio trasparente”. Infatti gli antichi greci credevano che il Quarzo fosse acqua ghiacciata tanto compressa da non potersi più sciogliere, e per questa sua connessione con l’acqua è stato utilizzato nei rituali per ottenere la pioggia.

Presso tutte le culture è sempre stato considerato un minerale dai poteri magici e terapeutici, a cui si ricorreva per scacciare demoni e malattie e per infondere forza ed energia.
Nel Medioevo si pensava che le sfere di Quarzo avessero proprietà ipnotiche e divinatorie. Inducendo la persona che la fissava in trance, permettevano di viaggiare nel passato, vedere il presente e predire il futuro.

Per gli indigeni del nord America e per quelli della Birmania i Quarzi erano vere e proprie entità viventi. In segno di venerazione, durante le cerimonie religiose venivano offerti loro dei doni per ottenere in cambio favori.
Nel sud e nel centro America è molto famoso invece il culto dedicato ai “Teschi di Cristallo”, venerati come doni degli dèi. Gli sciamani ne facevano largamente uso durante le loro pratiche in quanto ritenevano che provenisse dal cielo e la chiamavano “Pietra di Luce”.

Per i giapponesi era invece il “gioiello perfetto” in quanto rappresentazione simbolica dell’infinto, dell’immensità dell’Universo, della costanza e dell’essenzialità.
In India veniva visto come un potente energizzante dell’aura e veniva usato per introdurvi il Prana, l’energia di Vita.

Purificazione e ricarica

Anche i Cristalli hanno un’anima! Ci donano la loro energia per aiutarci ma ogni tanto bisogna lasciarli riposare e rigenerare…
Il miglior modo è sempre lasciarli a contatto con la Natura, ossia a contatto con gli Elementi. Ma attenzione: non tutte le pietre gradiscono lo stesso trattamento, alcune sono più affini alle energie Yin lunari, altre esigono quelle Yang solari. Ad ogni modo bisogna tener conto anche della composizione mineralogica della pietra stessa in quanto con alcuni trattamenti si rischia di rovinarle.

Per purificare il Cristallo di Rocca potete risciacquarlo sotto acqua corrente mentre ne visualizzate la liberazione dalle energie negative accumulate, per poi asciugarlo bene e lasciarlo uno o tre giorni all’aria aperta, meglio se non esposto direttamente ai raggi solari.
Altrimenti potete lasciarlo sotto sale grosso per una o tre notti, o anche lasciarlo a contatto con la Terra per scaricare tutte le vibrazioni accumulate.

Shop

Nelle mie collezioni trovi bracciali e ciondoli con il Cristallo di Rocca nelle seguenti collezioni:

Life collection
Stile unico collection
Chromotherapy collection
Chakra collection
Pietre forate

Per fare acquisti visita il mio Shop online su Etsy oppure Contattami direttamente per avere prezzi agevolati.

Bracciale Quarzo Ialino e Ametista

I commenti sono chiusi