Pietra forata

PIETRA FORATA

Pietra forata di Men-An-Tol

Esiste su tutto il pianeta un simbolo antichissimo che ricorre in culture diverse e lontane tra di loro. E’ la pietra forata.
Essa fa parte dei più antichi amuleti naturali rinvenuti nella storia del genere umano, ed è diffusa in tutte le diverse culture del mondo come pietra dai poteri magici.
Qualcuno sostiene che le pietre e i cristalli bucati perdano ogni potere, specie se forati artificialmente, ma la storia e l’archeologia testimoniano come le pietre forate abbiano sempre avuto un ruolo principale in miti, leggende ed usanze popolari. Ovviamente però la tradizione vuole che le pietre forate a mano non custodiscano gli stessi poteri di quelle naturali.

La pietra stessa ha un significato simbolico universale molto forte ed univoco. Essa è l’elemento primordiale e fondatore di molte civiltà e religioni.
I suoi significati principali sono:

  • Solidità e sicurezza
  • Eternità (le statue stesse immortalano le divinità)
  • Principio maschile (potenza virile della procreazione, vedi Ligam e Menhir)
  • Principio femminile (Madre Terra, matrice universale rappresentata dalla pietra forata, materia prima del mondo fisico)
  • Tramite per legami divini e sociali (come le tavole delle Leggi di Mosè, San Pietro, la pietra angolare, la pietra filosofale, ecc.)

Pietra forata Sicilia

La pietra forata nei miti e nelle tradizioni

La presenza della pietra forata nella storia dell’uomo risale a tempi antichissimi e compare in culture geograficamente lontane come quelle dei Nativi americani, dei popoli del nord Europa, degli aborigeni australiani, in Cina, in Egitto, presso gli Aztechi, i Maya e gli Etruschi.

Per quanto riguarda l’Europa potremmo far risalire il culto ai Celti, per i quali questo simbolo era il Cerchio Sacro al cui interno avveniva l’evoluzione spirituale umana che portava alla trasformazione da materia a spirito, in perfetta armonia con l’universo.

Nella mitologia nordica, Odino si trasformò in un verme e strisciò attraverso un buco in una roccia per rubare “l’idromele della poesia”. Per via di questa leggenda, le pietre forate sono conosciute come “Pietre di Odino”. Qui trovi la leggenda completa.

Secondo molte usanze, tra cui quella di Calimera, strisciare attraverso l’apertura di una pietra forata procurava la rigenerazione e la guarigione, e spesso anche il concepimento.
Rappresentanti del passaggio tra il mondo fisico e spirituale, venivano inoltre disposte all’ingresso delle tombe e dei tumuli, a rappresentare il ritorno al grembo materno e la conseguente rinascita. Tombe dei giganti SardegnaNelle tombe megalitiche infatti, come quelle in Sardegna (vedi foto qui a destra, le “Tombe dei giganti“) si penetra nel grembo della Madre Terra attraverso un’apertura, come se si passasse in un’altra dimensione. I cadaveri venivano anche cosparsi di Ocra rossa a simulare il sangue.

Un’altra forma curiosa è quella delle monete i-ching (vedi foto sotto).
La loro forma ricorda le macine dei mulini, produttrici di farina quindi apportatrici di abbondanza.
Essere sono state e sono tutt’ora dei portafortuna e degli strumenti per la divinazione.

Simbologia della pietra forata

La simbologia del Sacro Cerchio è potente e richiama rispettivamente:

  • La ciclicità della Vita
  • L’Ouroboros, il serpente infinito (uno dei simboli di Dio)
  • Il Femminile sacro, rappresentato dalla Dea Madre (lo “Zero”)

Il foro centrale è il veicolo stesso per concentrare l’energia della pietra al suo interno.
La pietra forata dunque è l’equivalente della ruota di medicina, un simbolo che unisce quasi tutte le tradizioni di saggezza arcaiche, dagli sciamani nativi dell’America, ai druidi ed alla stregoneria.
Ogni cosa che ci circonda è viva, e in quanto viva ha una memoria. La pietra in particolar modo contiene la saggezza delle ere. Con cura e rispetto impariamo allora dalla pietra, conservando anche in noi la saggezza millenaria trasmessa dalla razza umana.
Impariamo così che Nulla è immobile, ma che il Tutto è immutabile.

Moneta I-Ching

L’amuleto

Le pietre con fori prodotti naturalmente dall’erosione del vento o delle acque sono state apprezzati come amuleti protettivi sin dai tempi più remoti. I posti migliori dove trovarle sono ovviamente i sentieri di montagna, i ruscelli e in riva al mare.
Nel mondo stregonesco vengono chiamate “Pietre di Diana“, la dea che protegge e inizia la strega all’arte della guarigione e della divinazione. Trovare una pietra forata è considerato un dono della dea stessa.

Come amuleto, il suo scopo principale è sempre stato quello di proteggere la persona che lo indossa dagli spiriti maligni. Era infatti abitudine apperla alla porta d’ingresso e sulle culle dei neonati.
In generale protegge dalle malattie e porta fortuna e prosperità.

La leggenda vuole che quando si rompe ha usato il suo potere per proteggere una vita.
Un’altra leggenda narra che queste potenti pietre portino il dono della vista psichica per chiunque guardi attraverso il loro foro.
Si dice che se una persona guarda attraverso il foro sotto la luce della Luna piena, può vedere il mondo fatato del “piccolo popolo”, i fantasmi, ed avere mirabili visioni.

PER ACQUISTI CLICCA QUI

Ciondolo Ossidiana nera

Ossidiana nera

Ciondolo Larvikite

Larvikite

Pietra forata Diaspro paesaggio

Diaspro paesaggio

Pietra forata Diaspro rosso

Diaspro rosso

Ciondolo Agata Corniola

Agata Corniola

Pietra forata Occhio di Tigre

Occhio di Tigre

Pietra forata Avventurina verde

Avventurina verde

Ciondolo Sodalite

Sodalite

Pietra forata Lapislazzuli

Lapislazzuli

Pietra forata Fluorite

Fluorite

Pietra forata Quarzo Rosa

Quarzo Rosa

Pietra forata Cristallo di Rocca

Cristallo di Rocca (Quarzo Ialino)

I commenti sono chiusi