Occhio di Shiva

OCCHIO DI SHIVA

Occhio di Shiva

Come abbiamo già visto nell’articolo dell’ Occhio di Allah, il simbolo dell’Occhio è stato utilizzato da tutti i popoli antichi come potente amuleto protettivo e talismano portafortuna. Vediamone ora questa curiosa variante chiamata Occhio di Shiva.

Innanzitutto bisogna precisare che è conosciuto con vari nomi a seconda della zona:

  • “Occhio di Santa Lucia” in Italia
  • “Occhio di Shiva” in India
  • “Moneta di Sirena” in Sudafrica
  • “Occhio di Naxos” in Grecia
  • “Occhio di gatto” in Australia e Nuova Zelanda

Nell’induismo questa strana conchiglia è considerata la rappresentazione del Terzo occhio del dio Shiva e gli viene attribuito un effetto positivo sui flussi energetici del corpo umano.

L’Occhio di Shiva vigila sul suo portatore ed è simbolo di conoscenza e saggezza, infatti la spirale simboleggia lo sviluppo e il movimento.
Inoltre protegge dalle forze maligne, incanalando ed accrescendo le energie positive, ed esercitando quindi un effetto benefico per la persona nel suo complesso. Il popolo indiano lo considera infatti un potente amuleto contro la negatività, ma viene anche usato per entrare in contatto con lo spirito guida.

Tipologie di amuleto Occhio di Shiva

L’opercolo

Occhio di Santa Lucia

Si tratta dell’opercolo calcareo di una specie marina, l’Astraea rugosa, che vive su fondali rocciosi dove si nutre di alghe. L’animale secerne, oltre alla conchiglia che è la sua abitazione e protezione, un opercolo calcareo ricoperto di uno strato corneo che utilizza come “porta di casa” quando si ritira completamente all’interno della conchiglia.
L’opercolo ha una forma tondeggiante-ellittica, con il lato esterno convesso e di color arancio-rosato. La parte interna invece, a contatto con l’animale, è piatta e di colore bianco, con una spirale verso il centro.
Alla morte del mollusco l’opercolo si distacca e si “concede” alla volontà delle correnti marine, finendo spesso la sua corsa sulle nostre spiagge, oppure nelle reti di qualche fortunato pescatore.

La sua somiglianza ad un occhio l’ha resa uno degli amuleti più popolari contro il malocchio, ed il suo ritrovamento è ritenuto un segno di buona sorte.
Gli si associa il potere di “occhio buono” capace di bloccare l’effetto dell’ “occhio malevolo” (malocchio o “evil eye”). Inoltre ha anche il benefico potere di guarire le malattie degli occhi, in particolare la cataratta.

Agata Occhio di Shiva

L’Agata nera

Altre volte lo stesso amuleto viene ricavato dalla lavorazione di quella che in America viene chiamata “Evil Eye Agate”, ossia un’Agata nera che, per via delle sue venature, viene lavorata affinchè si ottenga un occhio benevolo che scaccia il “malocchio“.

La leggenda del Terzo Occhio di Shiva

C’è una storia su come Shiva aprì il suo terzo occhio. In India c’è un dio dell’amore e della lussuria chiamato Kamadeva, dove Kama significa lussuria. La storia narra che Kama si nascose dietro un albero e lanciò una freccia al cuore di Shiva. Shiva ne venne disturbato, così aprì il suo terzo occhio, che è un occhio ardente, ed incenerì Kama.

Ma per favore chiedetevi, la vostra lussuria sorge dentro di voi o dietro un albero? Sorge dentro di voi, naturalmente.
La lussuria non è solo una brama sessuale. Ogni desiderio è lussuria, sia per la sessualità, il potere o un oggetto di desiderio. Nella sua essenza significa che c’è un senso di incompletezza dentro di te, un desiderio di qualcosa che ti fa sentire incompleto.

Shiva stava lavorando allo Yoga, il che significa che non stava solo lavorando per essere completo, ma per essere illimitato. Shiva aprì il suo terzo occhio e vide Kama – la sua lussuria – arrivare e lo bruciò. La cenere lentamente trasudava dal suo corpo, mostrando che tutto ciò che c’era all’interno era destinato a riposare per sempre. Aprendo il terzo occhio, ha percepito una dimensione dentro di sé che è al di là del fisico, e tutte le compulsioni del fisico lo hanno abbandonato.

Cos’è dunque il Terzo Occhio di Shiva?

Il “terzo occhio” si riferisce ad un occhio che può vedere ciò che non è fisico. Noi possiamo osservare un oggetto perchè esso ferma e riflette la luce. Non puoi vedere l’aria perché non ferma la luce, ma se ci fosse un po’ di fumo nell’aria, si sarebbe in grado di vederla perché si può vedere solo ciò che ferma la luce. Non si può vedere nulla che permetta alla luce di passare attraverso. Questa è la natura dei due occhi fisici, sensoriali: possono cogliere solo ciò che è fisico.

Quando si vuole vedere qualcosa che non è di natura fisica, l’unico modo per guardare è verso l’interno. Quando ci riferiamo al “terzo occhio“, stiamo simbolicamente parlando di vedere qualcosa che i due occhi sensoriali non possono vedere.
Gli occhi sensoriali sono orientati verso l’esterno. Il terzo occhio è quello che ci permette di vedere la nostra interiorità: la nostra natura e la nostra esistenza. Non è un occhio fisico. Quella dimensione della percezione attraverso la quale si può percepire ciò che è oltre il fisico è indicato come il terzo occhio.

Guardare la vita attraverso il terzo occhio

Gli occhi sensoriali sono profondamente contaminati dal karma. Karma significa “memoria residua delle azioni passate”. Tutto ciò che vedete è influenzato da questa memoria karmica, non potete farne a meno. Se guardate qualcuno, lo giudicherete inevitabilmente in qualche modo in base ai vostri preconcetti. Non sarete in grado di vedere nulla nel modo in cui è, perchè la memoria karmica influenza questa visione e la vostra capacità di vedere. Ti mostrerà tutto con gli occhi dei tuoi ricordi passati.

Per essere in grado di vedere tutto così com’è, un occhio di più profonda penetrazione – che è immacolato dalla memoria – deve essere aperto. Tradizionalmente in India, conoscere non significa leggere libri, ascoltare i discorsi di qualcuno o raccogliere informazioni.
Conoscere significa aprire una nuova visione della vita. Nessuna quantità di pensiero e di filosofia può portare chiarezza alla tua mente. La chiarezza logica che si crea può essere facilmente distorta. Situazioni difficili possono buttare completamente in agitazione.

La chiarezza perfetta sorge solo quando la vostra visione interiore si apre.
Nessuna situazione o persona al mondo può distorcere questa chiarezza dentro di voi.
Perché il vero sapere sorga, il tuo terzo occhio deve aprirsi.

[Leggenda tradotta da: isha.sadhguru.org]

Ciondoli con Occhio di Shiva

Ciondoli fatti a mano con montatura placcata Argento 925

PER ACQUISTI CLICCA QUI
oppure paga 25€ con

  • Ciondolo Occhio di Shiva rotondo
    Mod. Rotondo - 16x16mm

I commenti sono chiusi.